Leader nel campo della localizzazione

Leader nel campo della localizzazione: incontro con Carrie Fischer

Leader nel campo della localizzazione

Leader nel campo della localizzazione: incontro con Carrie Fischer

Incontro con Carrie Fischer,  Responsabile dei servizi di globalizzazione  presso Subway e  Direttrice  del programma di eventi e contenuti per  la community globale presso Women in Localization (WIL).  Con oltre  28 anni di esperienza nel  settore  della localizzazione , nel corso della sua carriera Carrie  ha assistito  alla sua buona dose di  cambiamenti all’interno del settore .   

Mentre  il mondo trova lentamente la sua strada per uscire dalla pandemia di COVID, noi  ci siamo fermati con Carrie per  parlare  degli effetti della pandemia sul settore  e  le sue  previsioni per  il futuro post-pandemia del mondo della localizzazione.  Leggi  come  Subway  ha orientato la propria impresa per  adattarsi alle limitazioni dovute al COVID e gli sforzi di  localizzazione  che ha comportato. 

Quando il COVID è comparso per la prima volta, in che modo ha avuto impatto su Subway in qualità di azienda e sul  Suo ruolo di responsabile della localizzazione? 

Mentre il  mondo lottava per affrontare le implicazioni sanitarie portate dal virus, Subway  aveva bisogno di continuare ad aggiornare le proprie informative in ambito di sanità pubblica , per  garantire  una conformità che uniformasse tutte le filiali di Subway, presenti in 110  Paesi  in tutto il mondo. Ancora,  poiché  la  comprensione  del virus  all’epoca era limitata, le  informative continuavano a cambiare per adattarsi alle  nuove scoperte.  A volte, la stessa informativa poteva cambiare più volte al giorno! 

In qualità di responsabile della localizzazione,  avevo la responsabilità  di  tradurre  le informative di Subway  in 7 lingue diverse  sul sito web interno all’azienda.  Tali informative venivano poi comunicate dai dirigenti regionali alle sedi locali.  Informazioni  dettagliate come  la  politica aziendale sulle ricariche delle bibite,  l’introduzione dell’utilizzo di bicchieri non riutilizzabili, la sanificazione dei bagni e il protocollo di utilizzo delle mascherine necessitavano tutti di essere  snelliti e comunicati a livello globale , ma in fretta! 

Inoltre, poiché  la maggior parte  dei punti vendita di Subway fu praticamente obbligata a chiudere dal giorno alla notte,  l’app e il  sito web  di Subway divennero fondamentali per aiutarci a mantenere  la redditività del franchise .  Questo implicò  la traduzione di  tutti  i contenuti di Subway (in lingua inglese) presenti sull’app del  Nord America  in lingua franco-canadese, per adattarsi alla popolazione francofona del Canada.  

Questa situazione  aveva tutta l’aria di essere un enorme insieme di  cambiamenti aziendali  in un breve lasso di tempo.  In qualità di responsabile della localizzazione,  come ha adattato la domanda? 

Per  tre  mesi  (marzo, aprile e maggio)  ho lavorato  per 14 ore  al giorno , più i weekend,   per contenere i grandi volumi in arrivo . Non c’era tempo per cambiare una procedura o per attivare un nuovo strumento. Facevo una pausa per cena e poi tornavo di nuovo online. 

Per tenere il passo,  lavoravo  soltanto  con  i fornitori di servizi linguistici (LSP)  che avevano  i tempi di consegna delle traduzioni più brevi,  proprio come BLEND.  Poiché avevo già impostato un  processo  e un  flusso di lavoro  automatizzati con BLEND  già dal primo momento, è stato  abbastanza  liscio come l’olio   elaborare  nuovi progetti. E non dovevo nemmeno preoccuparmi di sovraccaricare BLEND, grazie alla sua rete di traduttori.

BLEND vanta una vasta fornitura, quindi i singoli traduttori si registravano su richiesta e condividevano i propri tempi di consegna: era tutto automatico. 

Poiché l’ambito del Suo ruolo si era esteso, ci sono stati dei nuovi processi di localizzazione utili che ha messo in moto? 

In un primo momento, mi sono semplicemente sforzata di tenere il passo.  Con il tempo, ho iniziato a delegare un po’ di più e ho apportato alcuni piccoli, ma fondamentali, cambiamenti che mi hanno aiutato  a diminuire  gli ostacoli. 

Avevo stabilito  un contatto diretto tra il responsabile di progetto dell’app di  Subway e il nostro fornitore interno di traduzioni. Prima del COVID, volevo  riesaminare  ogni cosa  venisse tradotta … Procedendo,  il nostro team ha fatto dei passi avanti e, adesso, abbiamo in essere quella procedura.  Stabilendo  quella comunicazione diretta,  abbiamo migliorato  i  tempi di consegna delle traduzioni  e  ridotto la dipendenza dalla mia figura. 

Ho anche  insegnato ad altri membri di Subway di tutto il mondo come utilizzare  la nostra TMS. In questo modo,  non lavoravo più fino a mezzanotte, per poi alzarmi alle 5 del mattino per accontentare le richieste  della costa orientale e dell’Europa . Questa è stata la cosa migliore che io abbia mai fatto .

Dando al personale di Subway il potere di tradurre le cose per conto proprio, tutti i membri dello staff potevano caricare i propri progetti nella nostra TMS, assegnare il fornitore e riaverlo completato entro poche ore (non dovevano aspettare me).  Questo ha aiutato anche a portare una comprensione del processo di traduzione in generale in tutta l’azienda.  Questa politica verrà portata avanti anche una volta sconfitto il COVID.

Guardando al passato, di cosa ritiene che  attività altamente impattate dal COVID, come il settore alimentare,  ricettivo  o della vendita al dettaglio, abbiano più bisogno dai propri fornitori di servizi linguistici? 

Delle cose ovvie : flessibilità, avvicendamento rapido, pazienza,  conciliazione  di orari assurdi… Ho lavorato molto con  Emi  ( Emanuel  Dumitrache , account manager di BLEND) e lui ha mantenuto calma e sangue freddo!  Io gli mandavo  progetto dopo progetto a tutte le ore del giorno e, a prescindere da tutto,  Emi  era lieto di accettarli.  Ha avuto un grandissimo senso dell’umorismo e lui se l’è vista peggio di me!  La sua  professionalità  ha fatto davvero la differenza. 

In che modo i  responsabili  della localizzazione si stanno preparando per  la fine  dell’era COVID? 

Io credo che  dobbiamo  essere sempre pronti per qualunque sia la fase successiva e per il fatto che il  COVID  sarà sempre in circolazione. Come le  aziende a contatto con il pubblico , abbiamo imparato che dobbiamo orientarci rapidamente verso una soluzione alternativa  per  entrare  in un negozio o in un ristorante  di persona. Il ritiro sul ciglio del marciapiede continuerà a essere importante, abbiamo appena lanciato questo servizio in  Nord  America  ed totalmente gratuito e  privo di contatti. 

Il passaggio a una  presenza digitale in generale  è qualcosa che, come posso vedere, è diventata sempre più importante.  Questa è esattamente la direzione che il mondo ha intrapreso. 

Sei pronto per partire con la localizzazione?
iniziare

You may also enjoy

Mettiti in contatto

Cerchi di incorporare nativamente la tua presenza nei nuovi mercati mondiali? Parla con un nostro rappresentante oggi stesso e discuti del perfetto MIX di servizi di localizzazione.